PAPERINIK E IL DRAMMA CICLICO
ALMANACCO TOP. n214, ottobre 1974
Martina, De Vita


Paperino dopo aver collaudato l'Archi-ciclo, una speciale bicicletta a reazione inventata da Archimede, si reca a prendere lo Zio Paperone per accompagnarlo ad un'asta.
Giunto al deposito Paperino scopre che il ricco zio è stato rapito presumibilmente da qualcuno che voleva impedirgli di partecipare all'asta. Paperino decide cosi' di recarsi all'asta camuffato da Paperone in modo da cercare qualche indizio che lo porti a scoprire che fine ha fatto lo zio.
Giunto all'asta il nostro eroe soffia a Rockerduck, per trecento dollari, l'atto di proprieta' del Monte cucuzzo, un terreno apparentemente senza valore, ed intuendo che sia lui il mandante del rapimento di Paperone decide di seguirlo.
Grazie ai tappi radio amplificatori Paperino scopre che lo zio si trova prigioniero in una località fuori città e che Rockerduck intende recarsi là proprio la notte stessa.
Indossato il costume da Paperinik, e presa la necessaria attrezzatura, Paperino si apposta nei pressi della villa di Rockerduck e non appena il ricco magnate esce, lo segue in sella al suo nuovo Archi-ciclo.
Giunto nel vecchio casolare dove è tenuto prigioniero Paperone, Paperinik scopre che il rapimento, architettato da Rockerduck con la complicità del segretario, è stato portato a termine da alcuni membri della Banda Bassotti e che il gruppo si appresta a costringere con la forza Paperone a firmare l'atto di cessione del terreno comprato all'asta.
Paperinik provocato un black out addormenta con una bombetta narcotizzante il gruppo ed indossata una speciale maschera antigas dotata di occhiali nictalopus per vedere nel buio, penetra dal camino all'interno del casolare per cercare di liberare lo zio.
Verso l'alba alla centrale di polizia giunge una lettera anonima che denunzia il rapimento di un miliardario tenuto prigioniero in un vecchio casolare situato nei pressi della deviazione al miglio 78 della strada nazionale 13.
Al sopraggiungere degli agenti i Bassotti, svegliati dalle sirene, si danno alla fuga insieme al segretario di Rockerduck, ma la vettura con cui cercano di scappare viene prontamente messa fori uso da Paperinik, permettendo così alla polizia di catturare i malviventi.
Entrati nel casolare gli agenti scoprono (con somma sorpresa dei lettori) legato ad una sedia e nascosto da una coperta Rockerduck che in piena confusione mentale si vede indicare come i propri rapitori i Bassotti ed il suo segretario.
Non potendo accusare i complici ne tantomeno dire la verità, Rockerduck convince gli agenti che si tratta di uno scherzo e viene quindi multato di cinquemila dollari per procurato allarme.
La mattina dopo Paperone entusiasta racconta ai nipoti di come Paperinik lo abbia liberato e di come in sua vece abbia acquistato il monte cucuzzolo, zona dove era situata una vecchia miniera d'oro ora esaurita.
Alla domanda di come mai Paperone sia così interessato ad un giacimento oramai esaurito lo zio risponde che il profumo dell'oro, vero balsamo per lui, è ancora presente nell'area, quale luogo migliore quindi per costruirvici una residenza.

COMMENTO

L'avventura, la prima ad essere pubblicata sull'Almanacco Topolino (in realtà si tratta di una storia prevista e pensata per il Topolino libretto come si intuisce dal formato di tre strisce di due vignete per pagina), pur se ben strutturata ci presenta però diverse situazioni (rapimento di Paperone, terreno all'asta, Rockerduck a capo dei Bassotti ecc..) già utilizzate nella storia PAPERINIK E LE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE uscita sul settimanale Topolino solo l'anno prima.

Anche in questo caso, come di consueto in molte storie di Martina, i reati commessi da Rockerduck non si contano e non si capisce come mai in questa storia, avendo l'opportunità di far finalmente arrestare il furfantesco magnate, Paperinik si limita a burlarlo facendogli appioppare solo una (anche se pur salata) multa.

Avvincente è la sequenza notturna della liberazione di Paperone messa in atto da Paperinik con una tecnica degna dei migliori reparti speciali antiterrorismo. La storia, come in uso in quel periodo sull' Almanacco Topolino, è stata stampata alternando due pagine a colori e due pagine in bianco e nero.


TOP